Shugyo

Caro Maestro, come neofita mi sento un pesce fuor d'acqua, gli inizi sono duri per ogni cosa intrapresa e in questa arte marziale, iquesta nuova via di conoscenza che sto percorrendo, ho capito che ci vuole austerità e perseveranza.Vi siete alzati troppo presto? Alzatevi e allenatevi. Fuori fa troppo freddo? Uscite e andate ad allenarvi.Vi sentite stanchi? Siete esausti e per tutta la giornata non avete sognato altro che di fermarvi a riposare? Allenatevi! Continuate a coltivare la perseveranza, questo è il consiglio fornito ai bugeischa che incontrano ostacoli nella pratica della via Shugyo appunto, che significa allenarsi, agire e non concedersi respiro, per poter approdare ad un nuovo orizzinte chiamato shugyo. Gyo è un pittogramma modificato del termine che indica "incrocio di strade". Shu è un carattere più complesso. Viene scritto con tratti abili e rapidi che significano "capelli delicati", come i peli del pennello del calligrafo. Altri tocchi rendono il termine shu atto a esprimere "una mano che afferra un bastone". Nel linguaggio comune shu significa "praticare" o "intreprendere uno studio", anche se etimololgicamente vuol dire "colpire con delicata precisione" Spero con questo di compiere sufficienti progressi per comprendere questa arte, la quale mi possa offrire una ricompensa che non troverò altrove. Si dice che un bugeisha che ha intapreso lo shugyo colpisca con maggiore precisione,con più deliberata e delicata cura, perchè il bersaglio è diventato la sua personalità.

Sara Carilli

 
Venerdì, 30. Luglio 2021

Design by: LernVid.com